Oncologia-Taehan Kanho Hakhoe Chi

Per questo studio sono state coinvolte 34 donne che stavano affrontando la chemioterapia come cura oncologica per il tumore al seno: 18 donne sono state assegnate al gruppo (1) sperimentale che riceveva trattamenti di Riflessoterapia in 4 fasi e per 40 minuti di tempo; 16 donne sono state assegnate al gruppo (2) di controllo.
 Sono stati somministrati a entrambi i gruppi un pre-questionario e un post-questionario di valutazione dei livelli di nausea, vomito e astenia.
 I risultati dei test hanno evidenziato un calo statisticamente significativo dei livelli di emesi (nausea e vomito) nel gruppo (1) sottoposto a Riflessologia plantare, rispetto al gruppo di controllo.
Inoltre, si è riscontrato un calo statisticamente significativo del livello di astenia nel gruppo (1) in due tempi diversi.
 Le indicazioni fornite in conclusione da questo studio quasi sperimentale, sono dunque che la Riflessologia plantare è efficace nel ridurre effetti collaterali importanti della chemioterapia come nausea, vomito e astenia nelle pazienti in cura oncologica con chemioterapia.
 Di conseguenza, questa tecnica può essere inserita con vantaggio tra gli interventi infermieristici in campo oncologico, nello specifico per pazienti con carcinoma mammario sottoposte a chemioterapia.